carabinierisindacato unac - carabinierisindacato unac

 carabinieri schierati
Unione Nazionale Arma Carabinieri

CARABINIERI SINDACATO UNAC

sindacato carabinieri del M.llo Dr. Antonio Savino
MENU
IL DR. ANTONIO SAVINO PRESIDENTE DEL SINDACATO CARABINIERI
UNAC Sindacato Carabinieri del Dr. Antonio Savino
Menu
Menu
Vai ai contenuti
www.carabinierisindacato.it
 segreteria@carabinieri-unione.it  
presidenza@carabinieri-unione.it
centralino 5 Linee RA Tel. 0802371240

Benvenuti nella sezione sindacale dell'Unione Nazionale Arma Carabinieri
SINDACATO CARABINIERI
Unione Nazionale Arma Carabinieri
Sindacato storico fondato dal Dr. Antonio Savino nel 1998

COME ISCRIVERSI-SCARICA IL MODELLO

Iscriversi permette di identificarsi nell'Unione Nazionale Arma Carabinieri per poter usufruire dei servizi, info e privilegi a cui hanno diritto tutti i nostri Carabinieri iscritti in servizio ed in congedo.
Clicca QUI per scaricare il modulo di iscrizione.
Potrai effettuare il versamento di EURO 51 sul conto corrente le cui coordinate sono indicate nel modello. L'iscrizione ha una valenza annuale, al termine della quale dovrà essere rinnovata per poter continuare ad usufruire di tutti i vantaggi che offre L'UNAC SINDACATO CARABINIERI. L'iscrizione da diritto a ricevere l' assistenza dell' Avvocatura Nazionale Militare, nonchè gratuitamente l'abbonamento alla RIVISTA DELL'ARMA e LA TESSERA DI ISCRIZIONE. Dopo aver compilato il modulo, invialo nuovamente alla mail presidenza@carabinieri-unione.it.
Si possono richiedere informazioni a riguardo scrivendo alla suddetta mail o chiamando il numero 0802371240.
CARABINIERI IN PIAZZA
CARABINIERI IN PIAZZA A ROMA manifestazione di piazza dei carabinieri carabinieri in piazza con l'avvocatura nazionale militare carabinieri in piazza il dottor Antonio Savino protesta dei carabinieri

 

RICHIEDETE IL NOSTRO PORTAFOGLIO/PORTATESSERA CON PLACCA SINDACATO CARABINIERI UNAC
Potete ordinare il nostro bellissimo portafoglio/portatessera contenente la placca del nostro simbolo storico Carabinieri
Sindacato UNAC o semplicemente richiedere informazioni scrivendo alla mail
presidenziale: presidenza@carabinieri-unione.it
AVVOCATURA NAZIONALE MILITARE
ASSISTENZA  GRATUITA DA PARTE DI UN AVVOCATO DELL'AVVOCATURA NAZIONALE MILITARE  

L'Iscrizione da diritto a ricevere gratuitamente al proprio domicilio, la Tessera d'Iscrizione, la Rivista Dell'Arma, Organo Informativo Professionale, nonchè a ricevere l'Assistenza Gratuita dell'Avvocatura Nazionale Militare competente in materie come: Amministrativo, Pensionistico, Invalidità Civili, Medico Legale, Penale, Penale Militare, Cause di Servizio, Note Caratteristiche, Trasferimenti, Sanzioni Disciplinari di Corpo e di Stato, Legge 104, Convivenze e molto altro.


Si tratta dell'ART. 1370 n. 3-bis del codice dell'ordinamento militare, relativo alla disciplina della contestazione degli addebiti e del diritto di difesa.
La nuova disposizione è stata inserita dall'ART.1 comma 1 Lett. dd D. Lgs. n.173 del 27.12.2019 con decorrenza, appunto, dal 20.02.2020.

L'UNAC E' UN SINDACATO AUTONOMO RICONOSCIUSTO DAL MINISTERO DELLA DIFESA E DELL'INTERNO
costituzione unac
istanza di deposito degli atti sindacali al ministero della difesa
UNAC ONLUS

Nella sua veste Associativa l'UNAC ricopre un ruolo fondamentale nel campo culturale, sociale, informativo e del volontariato con sedi presenti in tutta Italia. Per far parte della nostra grande famiglia come affiliato o chidere info su come aprire e presiedere una nuova Associazione basta inviare una mail contenente la propria richiesta a presidenza @carabinieri-unione.it


UNAC SECURITY fa parte della nostra grande famiglia. Non ha fini di lucro, offre alta qualità nei servizi e bassissimo costo e  si propone come "nuova" realtà vera, reale e professionale di Sicurezza.

Il Consorzio UNAC SECURITY, mira alla qualità e continuità del rapporto lavorativo unico prestato, ed appositamente studiato per l'azienda richiedente, per sopperire all'attuale "caos" esistente in tema di Sicurezza Privata, che, ci si consenta l'eufemismo, proprio per non pescare "mele marce" dal "cesto", le coglie direttamente dall'Albero, in tema di Operatori di Sicurezza, regolarmente poi Assunti con contratto Collettivo Nazionale di Livello a seconda del servizio prestato. La richiesta di prestazioni professionali in tema si Sicurezza, da parte di personale specializzato, della UNAC SECURITY, a seconda delle specifiche esigenze, verrà espletata (con copertura nazionale) perchè in possesso delle Licenze T.U.L.P.S. previste.
  

CHI SIAMO

1933 Germania: dopo la salita al potere di Hitler, e dopo l'eliminazione dei sindaati indipendenti, viene creata la DAF con compiti di integrazione delle masse operaie nella Volksgemeinshaft nazista.
1998 Italia: Fondazione del l'Unione Nazionale Arma Carabinieri (U.N.A.C. Associazione Para sindacale, da parte del Mar. CC. Dr. Antonio SAVINO in servizio presso la Legione carabinieri Puglia;
2018 Italia: dopo la Sentenza della CEDU sui diritti Sindacali per i Militari, ottenuta dopo una battaglia Sindacale di oltre 20 anni condotta dal Mar. CC. Dr. Antonio SAVINO e dopo l'incontro dello stesso  Segretario Generale del Sindacato Carabinieri SAVINO con il Presidente del Parlamento Europeo, Martin Shulz,  il Sindacato stesso, unico e solo in Italia operante dal 1998, ottiene tramite il Tar Veneto,  una pronuncia della  Corte Costituzionale sull'abrogazione dell'art.1475, comma 2, del d.lgs. 15 marzo 2010, n. 66 (Codice dell’Ordinamento Militare) .
Il Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri, insieme a tutti i Generali ed alla Ministra della Difesa p.t., come operato nel 1933 dai Nazisti, cerca con proprie circolari e propri disegni di legge, di eliminare tutti i Sindacati Indipendenti e contemporaneamente permette la  creazione di  "sindacatini gialli" composti da carabinieri "asserviti"  non "autonomi"  e del tutto incompetenti in materia sindacale,  tutti quasi ex Cocer, Cobar, Coir, (rappresentanze militari inutili e dannose) che volutamente cadono nella "trappola"  della casta dei generali e si prestano al loro gioco, a discapito ancora una volta di oltre 1 milione di uomini e donne militari in servizio ed in congedo.
Un chiaro esempio di Potere Dittatoriale mascherato da Democrazia, da parte della Elitè dei generali.
Il Sindacato Carabinieri U.N.A.C. già riconosciuto dal Ministero della Difesa, Ministero dell'Interno  e dal Comando generale dell'Arma, è l'unico Sindacato "autonomo" che contrasta  il "sistema"  militare ormai da ritenersi "corrotto"  e con  modalità  "mafiose" che continua a mietere vittime.
Infatti gli ufficiali dell'Arma, vera casta di potere, nel corso degli ultimi 50 anni, è riuscita a "corrompere" ogni classe politica e governativa, facendosi approvare leggi ad hoc a proprio vantaggio, a danno di tutti i 100 mila Carabinieri dei ruoli non direttivi ( Marescialli, Brigadieri, Appuntati e Carabinieri).
Il Sindacato Carabinieri U.N.A.C. è l'unico Sindacato veramente attivo a favore di oltre 300 mila Carabinieri in servizio ed in Congedo, opera attraverso l'Avvocatura Nazionale Militare unica specialistica nel suo genere,  a sostegno di tutti i richiedenti, ed è riuscito a far indagare Alti ufficiali dell'Arma per attività illegittime e persecutorie contro i sottoposti.
Ha all'interno un Centro Nazionale Anti Mobbing, che insieme all'Avvocatura Nazionale Militare,  assiste il "carabiniere" gratuitamente a 360 gradi, in sede civile, militare, amministrativa, penale, medico legale, pensionistica, note caratteristiche, trasferimenti, procedimenti disciplinari di corpo, procedimenti disciplinari di stato
Il Sindacato carabinieri UNAC (Unione Nazionale Arma Carabinieri) ha assistito oltre 50 mila carabinieri in servizio ed in Congedo ed è entrato di diritto nella Storia dei Sindacati Internazionali.
AVVISO PER TUTTI I CARABINIERI E MILITARI
SCENDIAMO IN PIAZZA

E' ORA DI DIRE BASTA ALLO STRAPOTERE DEGLI UFFICIALI AD OGNI LIVELLO CHE HANNO DISTRUTTO L'ARMA DEI CARABINIERI, HANNO DISTRUTTO FAMIGLIE DI CARABINIERI, SONO ASSERVITI A POLITICI E MAGISTRATI POLITICIZZATI, SONO "TALPE" IN OGNI ISTITUZIONE DELLO STATO CHE RIESCONO AD INFLUENZARE, COMPRESA LA MAGISTRATURA, SONO COMPLICI DELLA "ROMA CORROTTA" AD OGNI LIVELLO.
TUTTI I CARABINIERI CHE HANNO SUBITO TORTI ED ANGHER...IE DA UFFICIALI DELL'ARMA E DA MAGISTRATI COLLUSI CON QUEST'ULTIMI, SONO INVITATI A SCENDERE IN PIAZZA E MANIFESTARE CON NOI.
NOI LO FACCIAMO PER TUTTI I 100 MILA CARABINIERI E 160 MILA MILITARI.
NOI RAPPRESENTIAMO OLTRE 50 MILA ADERENTI E SIAMO IL PRIMO E VERO SINDACATO DI CARABINIERI NON ASSERVITO AI GENERALI CHE OPERA DAL 1998, ARTEFICE DELLA VITTORIA SULLA LIBERTA' SINDACALE PER TUTTI I MILITARI.
LE MANIFESTAZIONI SONO STATE TUTTE AUTORIZZATE DALLA QUESTURA DI ROMA.
SARANNO PRESENTI TUTTE LE TELEVISIONI E GIORNALI NAZIONALI A CUI POTETE RACCONTARE FINALMENTE LE PORCHERIE CHE VI HANNO FATTO E CONSEGNARE ATTI CHE AVETE IN VS. POSSESSO.
NON PERDETE L'OCCASIONE, ALTRIMENTI CHI E' CAUSA DEL SUO MALE PIANGA SE STESSO.
IN ALLEGATO IL COMUNICATO STAMPA CON I LUOGHI E LE DATE DELLE MANIFESTAZIONI ED IL PASS PER LE AUTO.
NON MANCATE.
COMUNQUE NOI CI SAREMO, ANCHE PER VOI E PER I VOSTRI FIGLI.
PER IL MOMENTO A CAUSA DEL COVID CI LIMITIAMO A QUESTO.
IN FUTURO APPENA FINIRA' L'EMERGENZA COVID E' GIA' PREVISTA UNA MANIFESTAZIONE NAZIONALE PER LE STRADE DI ROMA, CON AFFLUENZA DI OLTRE 100 MILA PERSONE, UNICA NELLA STORIA DELLA REPUBBLICA.
SIAMO STANCHI E DICIAMO TUTTI ASSIEME .. BASTA!
SOLO UNITI E SOLIDALI SI VINCE.
 
clicca su ACCEDI per visualizzare l'archivio completo dei documenti sindacali
ATTENZIONE AVVISO PER TUTTI I CARABINIERI IN SERVIZIO ED IN CONGEDO
IMPORTANTE ED UNICA INIZIATIVA DEL SINDACATO CARABINIERI A LIVELLO NAZIONALE

RICORSO COLLETTIVO IN MATERIA DI PREVIDENZA E CONTESTUALE RIMBORSO E RISARCIMENTO DANNI (clicca sul modulo per scaricarlo in formato PDF)

IL SINDACATO CARABINIERI, IN VIRTU' DI UNA RECENTE PRONUNCIA FAVOREVOLE, STA' RICHIEDENDO RIMBORSI CHE VANNO DA 10.000 A 15.000 EURO ED OLTRE PER TUTTI I CARABINIERI IN SERVIZIO ED IN CONGEDO, ARRUOLATI DAL 1975 AD OGGI, CHE A PARTIRE DAL 1996, A TUTT'OGGI, ERANO IN REGIME PENSIONISTICO MISTO/CONTRIBUTIVO, ED IN BASE ALLA SENTENZA HANNO DIRITTO AD UN RIMBORSO E RISARCIMENTO DANNI. IN SOSTANZA SI TRATTA DI RICHIEDERE IN RIMBORSO I CONTRIBUTI VERSATI IN PIU' DA TUTTI NOI.
IL RICORSO COLLETTIVO HA UN COSTO MINIMO CHE SARA' COMUNICATO, CON ULTERIORI INFORMAZIONI A TUTTI I RICHIEDENTI.
TROVATE IN ALLEGATO IL MODULO PRE ADESIONE GRATUITO CHE DOVRETE INVIARE COMPILATO DEI VS. DATI, ALLA PRESIDENZA DEL SINDACATO, email: presidenza@carabinieri-unione.it, SARETE RICONTATTATI.
E' MOLTO IMPORTANTE.

I GENERALI, I LORO LACCHE E LA MACCHINA DEL FANGO

DIVULGATE FALSE NOTIZIE DENIGRATORIE DELL'UNICO SINDACATO CARABINIERI E DEL SUO PRESIDENTE DOTT. ANTONIO SAVINO. DENUNCIATI PENALMENTE E CITATI CIVILMENTE ANCHE I SITI RAGUSA OGGI E MOMENTO SERA.

È NOTIZIA DELLE ULTIME ORE CHE SAREBBERO STATI OSCURATI TUTTI I SOCIAL DEL SINDACATO CARABINIERI UNAC

SI TRATTA DI UNA NOTIZIA FALSA NEL TENTATIVO DI LOSCHI INDIVIDUI CORROTTI  E VIGLIACCHI DI FERMARE L'ATTIVITÀ SINDACALE DEL SINDACATO CARABINIERI....
Infatti i siti ufficiali del Sindacato Carabinieri ovvero www.carabinierisindacato.it , www.carabinieri.tv, nonché www.unionecarabinieri.cc, nonché il profilo Facebook del Segretario Generale Antonio Savino SONO TUTT'OGGI TUTTI OPERATIVI.
I GENERALI Nistri, Luzzi,Cinque, Menniti e loro compari sono tutt'oggi indagati per i reati di truffa e corruzione dalle Procure della Repubblica di Roma, Bari, Milano, Lecce e Agrigento, e sono in procinto di essere arrestati.
Questi signori, mettendo in atto la propria attività di "faccendieri" , sono riusciti a coinvolgere un presunto amico PM e GIP di Roma, i quali in un attacco senza precedenti alla libertà di espressione
ed alla libertà sindacale, per fare un favore ai generali indagati, hanno fatto  momentaneamente bloccare il vecchio sito storico dell'Unac il tutto ilegittimamente per arginare l'aumento vertiginoso di iscrizioni al Sindacato da parte di migliaia di carabinieri.
Abbiamo già proposto ricorso al Giudice di Roma ed attendiamo lo sblocco a breve.
Sia il Gip che il Pm di  Roma, sono stati immediatamente denunciati dal Sindacato per le ipotesi di abuso d'ufficio, falso,corruzione, associazione a delinquere ed attività antisindacale, in quanto   non hanno voluto accertare alla porta accanto dove altri Pm hanno indagato gli stessi GENERALI e dovrebbero arrestarli.
Inoltre il Sindacato Carabinieri ha denunciato penalmente e citato civilmente i siti "Momento Sera" di Roma e "Ragusa news" di Ragusa, che hanno pubblicato gravissime diffamazioni e fake news a danno del Segretario  Generale Antonio Savino, il tutto probabilmente imbeccati da vigliacchi.
ATTENZIONE a condividere tali diffamazioni perché la polizia postale di Roma vi sta registrando e rischiate un'accusa civile e penale in concorso.
A breve pubblicheremo il certificato della Procura della Repubblica di Roma che attesta le indagini per truffa e corruzione a carico del Comandante generale dell'Arma e del capo di Stato Maggiore Generali Giovanni Nistri e Teo Liuzzi e loro compari, per i quali il Sindacato ha richiesto la sospensione dal servizio e l'arresto.
Le attività di questi sciacalli contro il Sindacato e suo fondatore e Presidente continuano da venti anni da parte di vigliacchi.
Non ci hanno mai fermato e mai ci fermeranno.
Ne ci lasciamo intimorire.
A tutti i Carabinieri: non abbiate paura.
IL SINDACATO CARABINIERI CHIEDE CON PROPRIA MISSIVA AL MINISTRO DELLA DIFESA, LA IMMEDIATA SOSPENSIONE DAL SERVIZIO DEL GEN. GIOVANNI NISTRI, DEL GEN. TEO LUZI, DEL GEN. MARIO CINQUE, DEL GEN. MASSIMO MENNITI, DEL COL. CLAUDIO LUNARDO E DEL COL. MANUEL SCARSO, TUTTI INDAGATI DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA PER I REATI DI TRUFFA,
CORRUZIONE ED ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE IN CONCORSO.

TANTO SI RICHIEDE PERCHE' LO STESSO COMANDO GENERALE, SOSPENDE IMMEDIATAMENTE DAL SERVIZIO MILITARI DELL'ARMA, APPENA SONO ISCRITTI SUL REGISTRO DEGLI INDAGATI.
CHE I GENERALI DIMOSTRINO CHE NELL'ARMA NON ESISTE UNA DISPARITA' DI TRATTAMENTO VIETATA DALL'ART. 97 DELLA COSTITUZIONE.
  
I SIGNORI DIRIGENTI A PARTIRE DAL SIG. LIBERO LO SARDO E PROPRI COMPARI GENERALI IN PENSIONE SI ARRICCHISCONO CHIEDENDO INGENTISSIME SOMME DI DANARO AD AZIENDE PUBBLICHE E PRIVATE CHE SI SENTONO "TRUFFATE"
MENTRE I TANTI "FESSI" CARABINIERI IN CONGEDO ED I POVERI "SIMPATIZZANTI" DELL'ANC, VENGONO "SFRUTTATI, IN SERVIZI DI VOLONTARIATO ED ALTRO, ABUSANDO DELL'AMORE PER L'ARMA DI TUTTI, I SIGNORI DIRIGENTI A PARTIRE DAL SIG. LIBERO LO SARDO E PROPRI COMPARI GENERALI IN PENSIONE,  SI ARRICCHISCONO CHIEDENDO INGENTISSIME SOMME DI DANARO AD AZIENDE PUBBLICHE E PRIVATE CHE SI SENTONO "TRUFFATE", CON LA CHIARA COMPLICITA' DEL COMANDANTE GENERALE DELL'ARMA, SIG. NISTRI E DI TUTTI GLI A...LTRI GENERALI DEI VERTICI, GIA' INDAGATI PER CORRUZIONE E TRUFFA.

QUEST'ULTIMI CHIEDONO IL "PIZZO" ALLE AZIENDE LE QUALI SE PAGANO SONO RITENUTE "SERIE" ALTRIMENTI NO E RISCHIANO DI NON AVERE IL REATING DI LEGALITA' DAL COMANDO GENERALE DELL'ARMA.
ASPETTIAMO CHE LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA, ED ALTRE PROCURE, ASSICURINO QUANTO PRIMA  ALLE PATRIE GALERE QUESTI PERSONAGGI.
A TUTTI I CARABINIERI E SIMPATIZZANTI DELL'ANC, IL NOSTRO CONSIGLIO : "DIMETTETEVI" SUBITO  E NON SIATE COMPLICI DEL MALAFFARE. L'ANC E' UNA "PORCATA".
NON E' VERO CHE I 120 MILA CARABINIERI IN SERVIZIO RICEVONO LA RIVISTA DELL'ANC E QUELLA DEI GENERALI IL CARABINIERE,  E' TUTTO UN BLUFF.
AI CARABINIERI IN SERVIZIO, DENUNCIATE QUESTI SIGNORI ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA. NON SIATE COMPLICI E PECORE.

AVVISO PER TUTTE LE AZIENDE, PUBBLICHE E PRIVATE, ENTI PUBBLICI, REGIONI, PROVINCE E COMUNI:


IL COMANDANTE GENRALE DELL'ARMA DEI CARABINIERI, GIOVANNI NISTRI, IL CAPO DI STATO MAGGIORE TEO LUZI, IL COLONNELLO MANUEL SCARSO, IL SIG. ANTONIO NIZZOLA DELLA PUBLIMEDIA, ED ALTRI, SONO TUTTI INDAGATI DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA SOST. CAPORALE E SOST. NERI, PER I REATI DI TRUFFA E CORRUZIONE ED ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE.
QUESTI SIGNORI, CHIEDONO DANARI SOTTO FORMA DI ...SPONSORIZZAZIONI, ED A NOME DELL'ARMA DEI CARABINIERI, INCASSANDO LE FATTURE LA PUBLIMEDIA CHE PASSA DECINE DI MIGLIAIA DI EURO ALLA FONDAZIONE DEI GENERALI DI CUI SOPRA, CHE NE DISPONGONO A LORO PIACIMENTO.
E' UNO SCANDALO NAZIONALE CHE NESSUN GIORNALE VUOLE PUBBLICARE DATA LA MOLE DEI PERSONAGGI INDAGATI, IN GRADO DI "INFLUNZARE" ANCHE LA MAGISTRATURA INQUIRENTE, DALLA QUALE CI ATTENDIAMO MISURE CAUTELARI IN CARCERE PER QUESTI SIGNORI ANCORA A PIEDE LIBERO.
IL SINDACATO CARABINIERI NE CHIEDE L'IMMEDIATA RADIAZIONE DALL'ARMA, CON ISTANZA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.
CHIUNQUE DOVESE RICEVERE LETTERE COME QUELLA SOTTO RIPORTATA A FIRMA DELL'INDAGATO COLONNELLO MANUEL SCARSO, INVIATO ED IN CONCORSO CON IL COMANDANTE GENERALE E CAPO DI STATO MAGGIORE DELL'ARMA, DEVE SPORGERE DENUNCIA PER TRUFFA E CORRUZIONE ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA, ALTRIMENTI DIVENTA COMPLICE PASSIVO. I CENTOMILA CARABINIERI CHE COMPONGONO L'ARMA DEI CARABINIERI SONO "ESTRANEI " A TALI NEFANDEZZE.
NON E' VERO CHE LE FAMIGLIE DEI CARABINIERI RICEVONO LA RIVISTA A CASA; NON E' VERO CHE TRATTASI DI RIVISTA ISTIZIONALE MA PRIVATA CHE INGRASSA SOLO QUALCHE GENERALE DEL COMANDO GENERALE; I CARABINIERI SE LA VOGLIONO DEVONO PAGARLA; I CARABINIERI NON RICEVONO 1 EURO DA TALI OPERAZIONI, AD INCASSARE SONO LA PUBLIMEDIA ED I GENERALI; LE TELEFONATE VENGONO EFFETTUATE DA LESTOFANTI PERSONAGGI PREZZOLATI CHE SI "SPACCIANO" PER "CARABINIERI" E CHIAMANO SPILLANDO SOLDI A NOME DEI CARABINIERI E ORFANI DEI CARABINIERI E/O A NOME DEI CARABINIERI CADUTI, CON VELATE "MINACCE" IN QUANTO EVIDENZIANO CHE SE PAGANO SONO RITENUTE AZIENDE "SERIE" ALTRIMENTI CHISSA' POTREBBERO RICEVERE LE VISITE ISPETTIVE DI NUCLEO ISPETTORATO DEL LAVORO, NAS E QUANT'ALTRO, DIRETTE DAL COMANDOP GENERALE DELL'ARMA, CHE SALVA LE DITTE AMICHE CHE PAGANO E PENALIZZANO QUELLE CHE NON PAGANO IL "PIZZO". E' UNA VERGOGNA NAZIONALE TI TIPO MAFIOSO.
 A TUTTI I CARABINIERI : ESPRIMETE LA VOSTRA INDIGNAZIONE E CONTRARIETA' A QUESTE PORCHERIE, I VOSTRI MESSAGGI SARANNO LETTI DALLE SEDI ISTITUZIONALI. QUESTA GENTE NON RAPPRESENTA L'ARMA DEI CARABINIERI, COSTITUITA DA 100 MILA UOMINI CHE OGNI GIORNO VIVONO TRA LA GENTE PER LA GENTE A PROPRI SACRIFICI ENORMI.
La corruzione dilagante nel comando generale
Indagati  Comandante generale NIstri, il Capo di Stato Maggiore Luzi e tutti gli alti.
Ecco come  gli Ufficiali "corrotti" del Comando generale dell'Arma,  chiedono SOLDI alle aziende, incassando circa 500 mila euro all'anno  esentasse, in collaborazione e copertura di "Truffatori" che inviano  lettere nelle quali  velatamente "ricattano" le aziende che contattano  le quali sono considerate da "una accurata selezione  delle aziende a cui si propongono pianificazioni pubblicitarie  sull'unico mensile (FALSO) di riferimento dell'Arma dei carabinieri  (Leggi dei Generali e Colonnelli Corrotti) . Essere Inserzionisti è  pertanto sinonimo di azienda seria oltre che corretta, attenta ai  concetti fondamentali di etica e moralità imprenditoriale".

Come a  dire, SE CI DATE I SOLDI, VI CONSIDERIAMO UNA AZIENDA SERIA E FORSE NON  VI MANDIAMO I CARABINIERI DEL NAS O I CARABINIERI DELL'ISPETTORATO DEL  LAVORO, ED IN CASO DI PROBLEMI POTETE CONTARE SULLA NOSTRA COPERTURA.  UNA VERA E PROPRIA ESTORSIONE VELATA, POSTA IN ESSERE SPAVALDAMENTE DA  UFFICIALI DEL COMANDO GENERALE CHE CHIEDONO SOLDI A NOME DI UNA  FANTOMATICA (FALSO) FONDAZIONE DEL COMANDO GENERALE DELL'ARMA.

Il  tutto mentre le povere Aziende Truffate vengono contattate sui numeri privati di Dirigenti, ai quali vengo "estorti" danari "spacciandosi"  anche per Ingegneri della Protezione Civile.
Questi Lestofanti hanno lucrato e Lucrano anche sui poveri Morti del Covid 19.
Vi sono due Inchieste alla Procura della Repubblica di Roma, i cui  Procuratori ci auguriamo si muovano ad assicurare alle Patrie galere  questi signori, corrotti e truffatori.
Se il tutto lo avesse commesso un Carabiniere semplice, sarebbe già in Galera.

COVID-19: I CARABINIERI PAGANO LA LORO ABNEGAZIONE AL POPOLO ITALIANO
La terra di Gaeta li onora e li ringrazia quotidianamente.
In questo momento di pandemia da covid-19 vi sono categorie di italiani che stanno sopportando maggiormente di altre il peso di contagi che possono essere sovente letali. Come non citare i sacerdoti, i diaconi, le suore e i religiosi caduti per non aver voluto lasciare senza guida il popolo di Dio a loro affidato. E ancora i medici, gli infermieri, gli operatori socio sanitari, i farmacisti impegnati in prima linea. E tra di loro molti risultati positivi sono anche della nostra terra, non per nulla registriamo ad oggi 32 decessi e oltre diecimila persone che hanno dovuto vivere l’esperienza dell’isolamento nella provincia pontina.
Ma il nostro pensiero va doverosamente alle forze dell’ordine. In questa occasione ai militari della Benemerita, ad oggi otto deceduti tra i 46 e i 56 anni e 685 contagiati, di cui solo 236 già guariti, come comunicatoci dall’Ufficio Stampa dell’Arma. Nell’Albo d’Oro vanno iscritti come caduti in servizio abbattuti dal covid-19: Luogotenente Carica Speciale Mario D’Orfeo, Comandante della Stazione di Villanova d’Asti, di 56 anni; Luogotenente Raffaele Palestra, Nucleo Investigativo Comando Provinciale di Salerno, 51 anni; Maresciallo Maggiore Fabrizio Gelmini, vice comandante della Stazione di Pisogne, di 58 anni; Maresciallo Maggiore Massimiliano Maggi, in servizio alla Stazione di La Spezia, di 53 anni; Brigadiere Capo Claudio Santoro, Nucleo Comando Compagnia Carabinieri di Lucera, di 57 anni; Appuntato Scelto Q.S. Claudio Polzoni, Centrale Operativa Comando Provinciale Bergamo, di 46 anni; Appuntato Scelto Q.S. Fabio Cucinelli, addetto al Nucleo Carabinieri dello Stabilimento Militare “Ripristini e Recuperi del Munizionamento” di Noceto, di 46 anni; Appuntato Scelto Q.S. Mario Soru, Scorta ai Magistrati del Tribunale di Milano, di 52 anni.
CONCORSI TRUCCATI
L'ENNESIMA PROVA
DA TEMPO DENUNCIAMO CHE I CONCORSI NELL'ARMA SONO TRUCCATI DAI GENERALI CORROTTI. ECCO L'ENNESIMA PROVA.
SPERIAMO CHE LA PROCURA FACCIA CHIAREZZA SE NON E' ANCH'ESSA COMPLICE.


PRONTO SIAMO I CARABINIERI, CHIEDIAMO DI PARLARE CON IL RESPONSABILE AZIENDALE.
SONO IL COLONNELLO MANUEL SCARSO DEL COMANDO GENERALE DEI CARABINIERI, LE CHIEDO SOLDI PER I CARABINIERI.

Questa la Mega Truffa espletata da Ufficiali del Comando generale dell'Arma Dei Carabinieri con atti di coruzione anche del Comandante Generale Nistri e del Capo di Stato Maggiore Tuzi, entrambi indagati dalla Procura della repubblica di Roma.
Con la scusa ...di essere CARABINIERI riescono ad ottenere la presenza del Titolare che preso in trappola, non puo' sottrarsi all'ESTORSIONE perpetrata. Il tutto ad opera di lestofanti di Agenzie Pubblicitarie, coperti dal Gota del Comando generale dell'Arma, ovvero da Ufficiali TUTTI CORROTTI.
Una vera vergogna nazionale che ha visto vittime centinaia di Aziende Pubbliche e Private, una mega azione per delinquere che il Sindacato carabinieri ha SMASCHERATO con le proprie Indagini mirate.
Ribadiamo ai Procuratori di Roma, questa gente deve essere ARRESTATA SUBITO. Le incercettazioni telefoniche e le s.i.t. rese dai Dirigenti aziendali Truffati, confermano il tutto.

GENERALI CHE LUCRANO SULLA PELLE DEI CARABINIERI

E' APPENA STATO DIVULGATO UN COMUNICATO STAMPA DI UNA DELLE FONDAZIONI MILIONARIE DEI GENERALI, CHE ATTIRANO I CARABINIERI NELLA TRAPPOLA DELLE DETRAZIONI IN BUSTE PAGA. PREANNUNCIANO DI DETRARRE UN EURO A CARABINIERE AL MESE CHE MOLTIPLICATI PER 100 MILA CARABINIERI EQUIVALGONO A 100 MILA EURO AL MESE CHE VANNO DIRETTAMENTE NELLE TASCHE DEI GENERALI SCIACALLI E INFAM...I.
PER ATTIRARE I CARABINIERI, AFFERMANO DI AVER STIPULATO UN POLIZZA ASSICURATIVA, CON I SOLITI AMICI NOTI, CHE ASSICURANO IL "CAVALLO DI RITORNO" IN CUI PAGANO 20 EURO AL GIORNO PER 14 GIORNI ED UNA TANTUM DI 3000 EURO PER CHI MUORE DI COVID 19.
TANTO VALE LA VITA DI UN CARABINIERE PER QUESTI SIGNORI INFAMI E CORROTTI.
UNA VERA ULTERIORE VERGOGNA NAZIONALE.
IL COMANDANTE GENERALE DELL'ARMA, GIOVANNI NISTRI, HA ALTRESI' DIVULGATO UN SUO FILMATO NAUSEANTE DI SOLIDARIETA' AI CARABINIERI, AI QUALI DOVREBBE DIRE DI ESSERE INDAGATO PER "CORRUZIONE" DALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA, INSIEME AI SUOI COMPARI, IN QUANTO PRESIDENTE DI ALTRA FONDAZIONE DEI GENERALI, LA FAMIGERATA ENTE EDITORIALE PER L'ARMA DEI CARABINIERI CHE GESTISCE E DISTRIBUISCE MILIARDI DI EURO IN BENI MOBILI ED IMMOBILI, TUTTI A DISPOSIZIONE DEI GENERALI.
QUESTO SIGNORE ED I SUOI COMPARI, INVECE DI ADOPERARSI DA SUBITO PER ASSICURARE AI CARABINIERI IN PRIMA LINEA I DIP NECESSARI, OGGI NON SOLO DOVREBBE ESSERE IMMEDIATAMENTE ARRESTATO E DEVE DIMETTERSI DALL'ARMA, MA TENTA DI LUCRARE ULTERIORI DANARI DAI MALCAPITATRI CARABINIERI, ATTRAVERSO LE PROPRIE FONDAZIONI FASULLE E TRUFFALDINE.
ACCOGLIETE QUESTI SIGNORI CON UNA PERNACCHIA ED UN VAFFA.

DENUNCIATELI ALLA PROCURA PER VIOLAZIONE DELLA LEGGE 626 SULLA SICUREZZA SUL LAVORO. AFFIANCATEVI A QUESTO SINDACATO PER ANALOGHE INIZIATIVE.
 NON DATE SOLDI AI GENERALI E NEGATE LE ULTERIORI DETRAZIONI IN BUSTA PAGA E FATE LE REVOCHE PER QUELLE CHE GIA' VI DETRAGGONO.
SONO DEI LESTOFANTI.
 QUESTA GENTE MERITA DI ESSERE APPESA PER I PIEDI DI COME HANNO TRATTATO E TRATTANO I CARABINIERI.
NON BISOGNA AVERE NESSUNA PIETA'.
SIAMO A DECINE DI MORTI E OLTRE 300 CONTAGIATI TRA LE FILA DELL'ARMA PER IL COVID 19 PER COLPA DI QUESTI SIGNORI DAGLI UFFICI E STIPENDI DORATI. VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA.

FOLLIA PURA, ci vogliono maschere professionali
Carabiniere 39enne tenta il suicidio: morto due giorni dopo al Cardarelli
   

ENNESIMA TRAGEDIA
Un carabiniere di 39 anni è morto a Napoli dopo un tentativo di suicidio avvenuto due giorni fa. L'uomo è morto ieri al Cardarelli in seguito alle ferite riportate dopo il tentativo di suicidio, per le quali era stata necessaria una corsa disperata in ospedale. Le sue condizioni erano disperate fin dal primo momento. Lascia moglie e un figlio.

                                                                          
La Procura indaga sulla morte di Massimiliano Maggi, il maresciallo dei carabinieri positivo al coronavirus scomparso, a 53 anni, lo scorso 19 marzo. I magistrati stanno cercando di ricostruire gli ultimi giorni di vita del militare per scoprire se il contagio è avvenuto mentre era in servizio e se sono state rispettate tutte le norme in tema di sicurezza sul lavoro.
Verranno svolti accertam...enti mirati sull’utilizzo dei dispositivi di protezione: mascherine e guanti. L’attività d’indagine, della quale si sta occupando in prima persona il procuratore capo Antonio Patrono, è appena iniziata: verrà esaminata la cartella clinica di Maggi, dopodiché verranno riascoltate le persone che hanno avuto contatti diretti con lui. Si procede con cautela, ma l’intenzione è quella di fare piena luce sulla vicenda, con la consapevolezza che si tratta di verifiche complesse.
CRONACA NEWS E  ATTIVITA'  SINDACALE
CARABINIERI IN PIAZZA
E' ORA DI DIRE BASTA ALLO STRAPOTERE DEGLI UFFICIALI AD OGNI LIVELLO CHE HANNO DISTRUTTO L'ARMA E INTERE FAMIGLIE DI CARABINIERI
Pubblicato da - 14/10/2020
Nistri, nuove regole per l'Arma: meno social e più disciplina
il Sig. Nistri deve sapere che la libertà di Stampa e di Pensiero anche aspra e anche quando si tratta di Lui e dei suoi compari Generali indagati non puo' essere censurata
Pubblicato da - 14/10/2020
CIAO MARCO, SIAMO STATI I PRIMI A LOTTARE CON TE
È morto a Cagliari Marco Diana, ex maresciallo dell'esercito, protagonista della lotta contro l'utilizzo dell'uranio impoverito
Pubblicato da - 14/10/2020
Caso Cucchi, la relazione sparita
Atti insabbiati? nessuna novità
Pubblicato da - 14/10/2020
Cucchi, il pm: “Stanchi di inquinamenti probatori. Nei carabinieri c’è ancora chi passa atti agli imputati”.
Alcuni documenti depositati dalla difesa di Testarmata non erano stati formalmente richiesti
Pubblicato da - 14/10/2020
SCENDIAMO IN PIAZZA IL 9 OTTOBRE A ROMA
MANIFESTAZIONE CONTRO LO STRAPOTERE DEGLI UFFICIALI
Pubblicato da - 1/10/2020
DIVULGATE FALSE NOTIZIE DENIGRATORIE DELL'UNICO SINDACATO CARABINIERI E DEL SUO PRESIDENTE DOTT.ANTONIO SAVINO
Denunciati penalmente e citati civilmente anche i siti "Momento Sera" di Roma e "Ragusa news" di Ragusa
Pubblicato da - 16/9/2020
RICHIESTA LA SOSPENSIONE DEI GENERALI
IL SINDACATO CARABINIERI CHIEDE CON PROPRIA MISSIVA AL MINISTRO DELLA DIFESA, LA IMMEDIATA SOSPENSIONE DAL SERVIZIO DEI GENERALI
Pubblicato da - 15/9/2020
SI ARRICCHISCONO CHIEDENDO INGENTISSIME SOMME DI DANARO AD AZIENDE PUBBLICHE E PRIVATE CHE SI SENTONO "TRUFFATE"
Pubblicato da - 24/7/2020
Piacenza: arrestati sette carabinieri, 'reati impressionanti'
Ricercare le responsabilità dei Vertici che è impossibile non sapessero nulla.
Certi fatti non possono passare inosservati da parte dei Signori ufficiali che oggi si tirano fuori.
Pubblicato da - 24/7/2020
Blog Notizie
  

ANTEPRIME VIDEO

L' inchiesta del secolo
Intervista al Dr. Savino
Il nostro canale youtube UNAC CarabinieriSindacato
è costantemente aggiornato. ISCRIVETEVI al canale per
seguire dettagliatamente tutte le nostre
inchieste-interviste-fatti di cronaca e gli avvenimenti socio-culturali inerenti
le delegazioni unac presenti su tutto il territorio Nazionale.
12 Carabinieri martoriati
Dodici carabinieri martoriati
vedova lgt cc Sabelli
intervista a Nadia vedova luogotenente Sabelli
    
I NOSTRI SOCIAL
ISCRIVITI AL GRUPPO CARABINIERISINDACATO
LE REALTA' DELL 'UNIONE NAZIONALE ARMA CARABINIERI
ISCRIVITI E SEGUI LE NOSTRE PAGINE
 
 
Sindacato Carabinieri
www.carabinierisindacato.it
segreteria@carabinieri-unione.it
presidenza@carabinieri-unione.it

carabinieri sindacato di Antonio Savino
Torna ai contenuti